Lettera GPP al Consiglio di Istituto

Cari soci,

di seguito potete leggere la lettera che il direttivo dell'associazione GPP ha inviato oggi al Consiglio di Istituto in previsione della riunione odierna.
Vi ricordiamo contestualmetne che -come da regolamento degli Organi Collegiali, art. 13- la riunione e' aperta agli elettori del Consiglio di Istituto (genitori dell'istituto, docenti, personale ATA...) i quali possono assistere ma non hanno diritto di parola ne' di voto.

--------------
Milano, 29 giugno 2017

Alla C.A. del Consiglio di Istituto

A seguito della comunicazione ricevuta dal Preside dell'Istituto Giusti D'Assisi circa il piano di riordino delle autonomie scolastiche proposto dal Comune di Milano, che – in virtù della legge 111 del 2011 – prevede lo scorporo della Scuola Primaria di via Palermo dall’Istituto Comprensivo Giusti e D’Assisi, esprimiamo, come Direttivo dell’Associazione Scolastica Giusti-Palermo-Panzini, la nostra preoccupazione per gli impatti organizzativi e didattici che questo avrà sull'intero Istituto e in definitiva, esprimiamo un parere fortemente negativo rispetto all’attuazione di tale piano a partire dall'A.S. 18-19.

L'associazione GPP difende il valore e le posizioni dei propri associati: Genitori, Docenti, Dirigente, personale ATA, studenti.
Tutti questi soggetti manifestano un profondo dissenso rispetto al piano proposto dal Comune.
Attuando lo smembramento della scuola Ciceri Visconti rispetto all'Istituto Giusti D'Assisi si darebbe il via libera a:  
  • distruzione della forte identità di Istituto Giusti D'Assisi che in 20 anni di attività ha saputo creare un esempio virtuoso di scuola primaria basato su Identità, cooperazione, attività progettuale e PianoTriennaleOffertaFormativa
  • necessità di ripensamento del PTOF e faticosa armonizzazione con i diversi modi di lavorare dei plessi entranti
  • difficoltà di organizzazione didattica delle due scuole Secondarie di primo grado (Moscati e Panzini)
  • gestione di plessi afferenti Zone e Municipi diversi (zone 1 e 8)
  • riduzione dei coefficienti di presenza di personale ATA e di segreteria in rapporto al numero di alunni
  • discontinuità didattica per più di un annualità dovuta a possibili cambiamenti nel personale docente sia per i Plessi Giusti-Panzini che per quello di Palermo,
  • non ultimo, lo scioglimento di questa Associazione Scolastica, che ha saputo costruire nel tempo validi strumenti culturali ed operativi atti ad assicurare anno dopo anno il supporto finanziario utile all'arricchimento del Ptof e delle attiività extracurriculari per gli studenti ed il territorio attorno ai plessi dell'Istituto

A sostegno di quanto espresso in questo comunicato possiamo dimostrare di aver ricevuto più di 400 mail di sostegno da parte di associati della GPP, che nell'arco di due sole giornate e nonostante il tema sia stato portato in modo improvviso e a scuole chiuse all'attenzione dell'Istituto, hanno voluto attivarsi per inviare manifesto dissenso al Consiglio di Istituto del 29 giugno 2017 rispetto al piano proposto dal Comune.

In fede
Associazione Giusti Panzini Palermo

Nessun commento:

Posta un commento